CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Il Mercato Azionario > Le fasi della seduta di borsa e la formazione del prezzo

Il Mercato Azionario

I titoli del mercato azionario

Circolazione dei titoli azionari

Le obbligazioni convertibili

Esempio di conversione di una obbligazione

La vigilanza sul mercato azionario

L'ammissione alla quotazione

La quotazione e gli ordini di borsa

Strumenti finanziari e fasi di mercato

Le fasi della seduta di borsa e la formazione del prezzo

Liquidazioni

Limiti di variazione dei prezzi

Il Mercato serale e il Mercato Ristretto

Il Nuovo Mercato

L'offerta sul mercato primario e le OPA

Gli aumenti di capitale

Esempio di aumento di capitale

Esempio di Aumento di capitale misto

Esempio di aumento di capitale a pagamento con emissione di obbligazioni convertibili

Esempio: aumento di capitale a pagamento con emissione di obbligazioni convertibili e warrants

Le operazione di buy back, le azioni ai dipendenti e i piani di stock options

Il contratto di riporto e il prestito titoli

Il Mercato Azionario

Le fasi della seduta di borsa e la formazione del prezzo

La seduta di Borsa è articolata in più momenti:

  • asta di apertura
  • negoziazione continua
  • asta di chiusura

L'asta di apertura e quella di chiusura corrispondono al "vecchio mercato a chiamata" attuato con mezzi elettronici. Gli ordini di ciascun titolo che affluiscono si cumulano ( non hanno esecuzione immediata); scaduto il termine per la presentazione delle proposte o le applicazioni , il "banditore" elettronico individua il prezzo a cui si concludono tutti gli ordini compatibili. In sintesi, l'apertura determina una quotazione che è espressione del totale della domanda e dell'offerta presente nel mercato entro una determinata ora.

L'asta si articola in tre diverse fasi:

  • pre-asta o preapertura,
  • validazione,
  • apertura.

Nella preapertura il sistema accoglie le proposte, le ordina e determina , per ciascun titolo, il prezzo teorico di apertura che varia con l'affluire di nuovi ordini. L'operatore autorizzato può inserire proposte a prezzo di apertura o con limite che possono essere modificate o cancellate fino al termine della fase.

Il sistema calcola e aggiorna il prezzo teorico d'apertura che corrisponde:

•  al prezzo al quale è negoziabile la maggiore quantità del titolo;

Si ipotizzi che le proposte relative al titolo a siano le seguenti

proposte relative al titolo

Il sistema ordina le varie proposte e le cumula come segue.

Il prezzo teorico d'apertura è 6 eu perché è quello che consente la maggiore quantità di scambio ( 5000 titoli).

•  A parità di quantità scambiata, il prezzo teorico d'apertura è quello che produce la minore differenza fra il volume degli acquisti e delle vendita (il prezzo che lascia il minore ineseguito).

Si consideri il seguente caso:

Due sono i prezzi che muovono la stessa quantità; 5,9 e 6 eu consentono la negoziazione di 5000 azioni , tuttavia mentre il prezzo di 6 eu lascia un ineseguito di 2000, il prezzo di 5,9 genera una differenza tra domanda ed offerta di 3000. Il prezzo teorico d'apertura è 6 eu.

•  A parità di quantità scambiata e di ineseguito, il prezzo teorico d'apertura è quello più vicino al prezzo di riferimento precedente ¹.

La situazione del "book" è la seguente:

Il prezzo teorico d'apertura è 5,9 eu perché , a parità di quantità negoziata (5000 azioni) e di ineseguito ( 2000 azioni), è più vicino al prezzo di riferimento.

•  al prezzo che in presenza di pari quantità, di ineseguito e di differenza dal prezzo di riferimento, risulta essere il maggiore.

Il prezzo teorico d'apertura è 6 eu perché, a parità di quantità scambiata ( 5000 azioni) , di ineseguito ( 2000 azioni) e di vicinanza al prezzo di riferimento ( +/-0,05), è il maggiore.

Non è possibile avere il prezzo teorico d'apertura se:

•  il book è vuoto

•  si hanno proposte a prezzo limitato solo da un lato del mercato. In tal caso le proposte passano alla fase della continua con il loro prezzo e la priorità temporale originaria.

•  si hanno proposte a prezzo d'apertura (APE) da un solo lato del mercato. Tali proposte passano alla continua e assumono il prezzo di controllo ( prezzo di riferimento del giorno precedente)

•  si hanno proposte a prezzo d'apertura e a prezzo limitato in un solo lato del mercato. In tale ipotesi , le prime passano alla continua assumendo il prezzo con limite migliore della propria parte del mercato e le seconde mantengono il proprio prezzo.

•  se i prezzi limitati dei due lati del mercato non consentono la conclusione di contratti ( caso in cui il più alto prezzo in acquisto è inferiore al minore prezzo di vendita).

Si noti che nella situazione contraria ( il miglior prezzo in acquisto è maggiore del minor prezzo di vendita) si ha una normale apertura.

Infine qualora siano presenti su entrambi i lati del "book" solo proposte APE , il sistema determina un prezzo teorico di apertura che corrisponde a quello di riferimento del giorno prima.

La fase successiva alla pre-asta è quella della validazione del prezzo teorico. In tale periodo non è

possibile immettere nuove proposte ne modificare o cancellare quelle esistenti. Perché il prezzo sia considerato valido dal sistema deve essere soddisfatta la condizione che:

•  la differenza tra prezzo teorico e quello di riferimento non deve superare una percentuale stabilita ( attualmente il 10%.per le azioni, il 5% per le obbligazioni convertibili).

Se il prezzo non è validato viene riattivata la fase di pre-asta per un tempo stabilito dalla BORSA spa e le proposte con prezzo limitate vengono trasferite alla continua con il loro prezzo e la priorità originari, le applicazioni passano anch'esse alla continua e assumono il miglior prezzo presente sul mercato ².

Validato il prezzo si procede con l'abbinamento delle proposte. Nell'apertura i contratti sono conclusi ad un unico prezzo , quello di apertura, fino ad esaurimento delle quantità disponibili e tenuto conto della priorità di prezzo e di tempo. Nel caso non vi sia coincidenza tra domanda ed offerta, la ripartizione avviene come segue:

•  le proposte APE assumono il prezzo d'apertura,

•  le proposte del lato minore del mercato sono interamente soddisfatte,

•  le proposte del lato maggiore del mercato sono eseguite in misura parziale iniziando da quelle che hanno un prezzo superiore a quelle di apertura (priorità di prezzo).

prezzo d'apertura => 6 eu

quantità scambiata => 5000

le proposte con il simbolo * sono escluse dall'abbinamento e passano alla continua (salvo clausole limitative)

la proposta in vendita di 3000 al prezzo di 6,0 eu è eseguita parzialmente , il residuo di 2000 è trasferito con il prezzo e la priorità originaria, alla continua.

I contratti conclusi (si tratti di azioni, obbligazioni convertibili, warrant, azioni o quote di OICR) hanno liquidazione ( regolamento del prezzo e consegna dei titoli) il terzo giorno di Borsa aperta successivo alla stipula ( T + 3).


¹ Il prezzo di riferimento è il prezzo di asta di chiusura ; se non è possibile determinare il prezzo d'asta di chiusura , il prezzo di riferimento è pari alla media ponderata dell'ultimo 10% delle quantità negoziate al netto delle quantità scambiate mediante la funzione cross-order .

² Le proposte con clausola (VSD) in caso di non apertura o di non validazione passano alla continua con il prezzo e la priorità temporale originaria mentre le applicazioni (APE) non assumono alcun prezzo.

Prof. F. Caparrelli

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.