CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Il Mercato Azionario > La quotazione e gli ordini di borsa

Il Mercato Azionario

I titoli del mercato azionario

Circolazione dei titoli azionari

Le obbligazioni convertibili

Esempio di conversione di una obbligazione

La vigilanza sul mercato azionario

L'ammissione alla quotazione

La quotazione e gli ordini di borsa

Strumenti finanziari e fasi di mercato

Le fasi della seduta di borsa e la formazione del prezzo

Liquidazioni

Limiti di variazione dei prezzi

Il Mercato serale e il Mercato Ristretto

Il Nuovo Mercato

L'offerta sul mercato primario e le OPA

Gli aumenti di capitale

Esempio di aumento di capitale

Esempio di Aumento di capitale misto

Esempio di aumento di capitale a pagamento con emissione di obbligazioni convertibili

Esempio: aumento di capitale a pagamento con emissione di obbligazioni convertibili e warrants

Le operazione di buy back, le azioni ai dipendenti e i piani di stock options

Il contratto di riporto e il prestito titoli

Il Mercato Azionario

La quotazione e gli ordini di borsa

Il risparmiatore intenzionato a negoziare un titolo quotato può rivolgersi ad una SIM o a una Banca abilitata o infine ad un agente di cambio. L'ordine può essere trasmesso di persona allo sportello, via telefono ( la telefonata è registrata dall'intermediario) , tramite il "call center" ( servizio di banca telefonica) ed infine, via Internet (servizio di "trading on line"). In quest'ultimo modo, il risparmiatore accede al mercato senza il contatto diretto ma attraverso la connessione in linea con l'intermediario.

Per i titoli quotati nei mercati regolamentati (ma non per tutti i titoli e per qualsiasi investitore) esiste l'obbligo di concentrazione . In altri termini non è possibile negoziare "fuori borsa", salvo che:

•  l'investitore abbia dato uno specifico ordine scritto,

•  esista la possibilità di realizzare un prezzo migliore,

•  l'ordine riguardi i cosiddetti "blocchi".

Per "blocco " si intende un ordine di importo rilevante che se immesso nel mercato regolamentato può turbare l'ordinato svolgimento degli scambi. La regolamentazione in materia è demandata alla competenza della CONSOB (vedi tabella apposita).

Il Mercato dei blocchi di obbligazioni ed azioni

•  Gli ordini di importo superiore a quello stabilito dalla CONSOB¹, possono essere negoziati fuori mercato prima, durante o dopo l'orario di apertura del telematico.

•  Il prezzo di scambio può essere diverso da quello corrente sul circuito telematico in cui il titolo è quotato.

•  La liquidazione del contratto può prevedere modalità diverse da quelle standard.

•  Gli intermediari autorizzati devono comunicare alla CONSOB, entro 15 minuti dalla stipula, una serie di dati sul contratto. La CONSOB entro 60 minuti dalla stipula, deve rendere pubbliche parte delle informazioni ricevute

Il mercato secondario delle azioni gestito dalla Borsa Italiana Spa è:

  • un circuito telematico (MTA) in cui le transazioni avvengono tramite terminali che formano un sistema intercomunicante (network);
  • un mercato ad asta ("order driver") sia "a chiamata" che "continuo". L'asta a chiamata prevede che gli ordini siano raccolti per poi essere conclusi al prezzo che meglio mette in equilibrio la domanda e l'offerta globale di quel titolo.

Il prezzo nella fase di apertura e di chiusura si forma secondo lo schema della "chiamata". mentre nel resto della giornata si ha la negoziazione "continua ". Con l'asta "continua"i contratti sono conclusi nell'istante in cui gli ordini di segno opposto si abbinano senza dover attendere che ci sia la conclusione di una fase di raccolta degli ordini;

  • un mercato ad asta integrato dalla figura dello "specialista" ² per i segmenti con scarsa liquidità. Lo specialista una funzione simile a quella del "market maker": garantisce la controparte a chi vuole negoziare;
  • un mercato con orari e fasi di negoziazioni diverse a seconda dei segmenti: Blue Chips, Star, ordinario [ titoli della classe 1 (C1) e della classe 2 (C 2)]. Il segmento Blue Chips accoglie le imprese con capitalizzazione maggiore. Il segmento Star (segmento titoli con alti requisiti) è costituito dalle imprese i cui titoli hanno elevate caratteristiche di liquidità e trasparenza informativa. Il segmento ordinario accoglie i titoli ( classe 1 e classe 2) non inclusi nei segmenti precedenti ³;

La giornata di Borsa è distinta in tre momenti (l'asta di apertura, la negoziazione continua, l'asta di chiusura) che interessano l'MTA ( blue chip, Star e classe 1) e il Nuovo Mercato.

Le negoziazioni nell'MTA (classe 2) e nel Mercato Ristretto si svolgono solo in apertura e in chiusura (manca la fase della continua).


¹ Il valore del blocco per le obbligazioni e altri titoli di debito è uguale o maggiore a 200 mila euro. Per le azioni l'importo del blocco è determinato in base al controvalore medio giornaliero degli scambi del titolo, su di un arco temporale di 6 mesi.

²Lo specialista è presente nel segmento STAR dell'MTA, nel Nuovo Mercato e nel comparto TAH ("trading after hours")

³ Le azioni a voto limitato, privilegiate e risparmio, le obbligazioni convertibili e i warrants sono trattati nel segmento in cui è negoziata l'ordinaria. Le azioni o quote di OICR sono scambiate nel segmento MTF

Prof. F. Caparrelli

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.