CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le frodi nell'ambito degli Edge Funds > 4.3.3 Il caso Princeton-Armstrong

Le frodi nell'ambito degli Edge Funds

1. Gli Edge Fund: Evoluzione Storica

2. Caratteristiche strutturali degli Hedge funds

3. Le frodi nel settore degli Hedge funds: aspetti introduttivi

4 le frodi più frequenti: copertura delle perdite di gestione

5. Gli altri tipi di illecito

6. Riflessioni quantitative sulle frodi

7. Le Frodi in Italia: il caso comune di Milano

8. I possibili interventi a riduzione degli illeciti

9. Conclusioni

Bibbliografia e Sitografia

Le frodi nell'ambito degli Edge Fund

4.3.3 Il caso Princeton-Armstrong

Scoperta della frode: Giugno 1992;

 Data sentenza definitiva di condanna: Settembre 1999;

 Imputati: Armstrong, Ludwig Rogers, Toczlowski, Cresvale International, Princeton Economics, Princeton Global, Republic Securities N.Y., HSBC, Princeton Global SPVs

 Reati commessi: Cospirazione di stampo criminale, Misappropriation, Implementazione di frode finanziaria, Commistione;

 Importo della frode: Più di 814 milioni di dollari (dato attualizzato all’anno 2005);  Numero investitori coinvolti: 139;

 Sezione della Corte di Giustizia coinvolta: Sezione penale;

 Condanna più pesante: 60 mesi di reclusione con obbligo di risarcimento per 606 milioni di dollari. Nelle righe immediatamente superiori, lo schema della frode e alcuni dati in merito all’illecito Princeton-Armstrong (Fonte: Bruce Johnson (2010), “The Hedge Fund fraud casebook”, Wiley & Sons)

La frode in questione è stata definita come l’illecito della categoria che ha generato la perdita di maggiori dimensioni all’interno del settore degli Hedge Funds. Il protagonista di questo caso è Martin Armstrong e il gruppo societario Princeton Economics da questi gestito.

Durante la sua adolescenza, Armstrong aveva lavorato a un sistema di concessioni legato alla vendita di francobolli e monete rare, divenendo milionario già all’età di 15 anni. Sei anni dopo, egli aprì un proprio negozio. Dopo avere studiato le modalità di definizione dei prezzi dell’oro all’università, egli sviluppò una propria teoria ciclica dei prezzi dei beni commodity e fondò la compagnia Economic Consultants of Princeton. La CTFC26 formulò numerose critiche contro questa società, sostenendo che questa non era in grado di mantenere idonei registri di vendita, dichiarando performance inesatte, oltre a non essere propriamente registrata negli appositi albi professionali. Durante questo periodo, Armstrong continuò a collezionare oro e antichità, un aspetto considerato tra i più rilevanti nel contenzioso che egli subì dal sistema di giustizia dello stato di New York. Egli forniva anche il suo contributo alla stesura di articoli di giornale di carattere economico per apposite riviste accademiche. Come investitore, egli fu in grado di predirre l’High Water Mark dell’indice Nikkei della borsa di Tokyo nel 1989.

Nel 1981, Armstrong fondò la società Princeton Economics e nel 1998 costituì un Hedge Fund insieme alla Magnum Global Investments. L’illecito è stato realizzato sull’emissione delle obbligazioni della società a 139 investitori istituzionali giapponesi durante il periodo 1992-1999 per un importo di 3 miliardi di dollari. Questi titoli promettevano il pagamento di un tasso d’interesse del 4%, i cui proventi sarebbero stati investiti in titoli del governo americano. L’illecito più clamoroso del caso furono le diverse e progressive azioni compiute da Armstrong per coprire le diverse perdite emergenti da queste operazioni di investimento. Altre violazioni furono causate dalle iniziali false dichiarazioni durante la prima immissione di queste obbligazioni sul mercato finanziario statunitense. I problemi diventarono più complessi a causa del complotto esistente con i broker giapponesi delle società Cresvale International e Republic Securities, le quali dichiararono la frode quando la banca d’investimento inglese HSBC volle acquistare la Republic Bank con un offerta pubblica di circa 10,3 miliardi di dollari. L’illecito minò la valutazione dell’offerta pubblica e l’acquisizione non venne completata.

Le autorità di vigilanza giapponesi iniziarono le indagini sulla filiale di Tokyo della Cresvale International nel mese di maggio 1999 in seguito all’invio di una lettera del Capo Dipartimento a un cliente. Nell’agosto 1999, un manager di una società controllata dalla Republic Securities venne a conoscenza del fatto che la FSA aveva aperto un’inchiesta nei confronti della banca e, con l’espansione di questa attività di investigazione su scala mondiale, vennero scoperte tutte le false lettere sul Net Asset Value realizzato negli investimenti. Il 9 settembre 1999, le autorità nipponiche ordinarono la sospensione di tutte le attività svolte dalla società Cresvale ed entro la fine del mese Armstrong venne denunciato alla SEC.


[26] Commodities Future Trading Commision (CTFC), organo di vigilanza statunitense che regola le operazioni di negoziazione dei futures su beni commodity all’interno del mercato finanziario (Fonte: Wikipedia)

Sansoldo Fabrizio

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.