CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le frodi nell'ambito degli Edge Funds > 3.2 Cosa si intende con la parola “frode”

Le frodi nell'ambito degli Edge Funds

1. Gli Edge Fund: Evoluzione Storica

2. Caratteristiche strutturali degli Hedge funds

3. Le frodi nel settore degli Hedge funds: aspetti introduttivi

4 le frodi più frequenti: copertura delle perdite di gestione

5. Gli altri tipi di illecito

6. Riflessioni quantitative sulle frodi

7. Le Frodi in Italia: il caso comune di Milano

8. I possibili interventi a riduzione degli illeciti

9. Conclusioni

Bibbliografia e Sitografia

Le frodi nell'ambito degli Edge Fund

3.2 Cosa si intende con la parola “frode”

Non esiste una definizione universalmente accettata di frode, tuttavia questa potrebbe essere definita come “qualsiasi azione scorretta che venga commessa intenzionalmente, attraverso l’utilizzo, a volte, anche di mezzi iniqui, al fine di ottenere per sè o per terze parti, direttamente o indirettamente, un tangibile o intangibile vantaggio non dovuto ovvero di evadere un’obbligazione di qualsiasi natura”18. In termini ampi, la frode è caratterizzata da:

 Un insieme di attività disoneste e ingannevoli;  Caratterizzate da intenzionalità;  Volte, direttamente o indirettamente, a sottrarre valore a un business (danno economico);  A vantaggio o meno di chi commette le azioni.

Questa definizione così ampia del termine considera anche eventi che non sono disciplinati dalla legge penale (quali, a titolo meramente esemplificativo, possono essere la truffa, l’appropriazione indebita, il furto, la corruzione, ...), ma più in generale tutti quei comportamenti che violino l’etica di impresa tali da generare una perdita o un danno di immagine alla società stessa.

Nel 1973, il sociologo americano Cressey, aveva cercato di definire le ragioni che portavano un soggetto a tenere un atteggiamento scorretto e a cercare di compiere atti illeciti. Le conclusioni a cui egli era pervenuto si fondavano su tre variabili, il cosiddetto “fraud triangle”:

1. Razionalizzazione (autogiustificazione), una sensazione di autoconvincimento che porta il soggetto a tenere un comportamento illecito;

2. Opportunità, la possibilità di evitare di incorrere in sanzioni, qualora la società non sia in grado di monitorare le operazioni complesse compiute dal frodatore, a causa di eventuali carenze nei sistemi di controllo interno, oppure in seguito a eventi esterni non previsti;

3. Pressione, incentivo, una particolare condizione economio-sociale del truffatore che porta questo a compiere atti illeciti, come nel caso di impreviste difficoltà finanziarie, volontà di migliorare il proprio status, insoddisfazione nel confronto con gli altri o la necessità di raggiungere traguardi importanti a tutti i costi.


18 Fonte: “Soluzioni operative: la prevenzione delle frodi” (2009), “Il sole 24 ore”

Sansoldo Fabrizio

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.