CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le frodi nell'ambito degli Edge Funds > 3.1.1 La normativa statunitense

Le frodi nell'ambito degli Edge Funds

1. Gli Edge Fund: Evoluzione Storica

2. Caratteristiche strutturali degli Hedge funds

3. Le frodi nel settore degli Hedge funds: aspetti introduttivi

4 le frodi più frequenti: copertura delle perdite di gestione

5. Gli altri tipi di illecito

6. Riflessioni quantitative sulle frodi

7. Le Frodi in Italia: il caso comune di Milano

8. I possibili interventi a riduzione degli illeciti

9. Conclusioni

Bibbliografia e Sitografia

Le frodi nell'ambito degli Edge Fund

3.1.1 La normativa statunitense

La tabella illustra le principali differenze esistenti circa la gestione di una società detentrice di un fondo di copertura negli Stati Uniti o in una piazza off-shore Dopo la crisi del ’29, il governo americano fece un’eccezione al suo tradizionale approccio liberista, regolamentando in maniera molto stretta la vendita, la promozione e la gestione di prodotti finanziari, in particolar modo quelli che si rivolgevano all’investitore non professionista. Per non sottostare alle limitazioni imposte ai fondi comuni d’investimento, l’Hedge Fund è stato classificato negli Stati Uniti come Limited Partnership, mentre quelli con sede nei territori off-shore come Off-shore Investment Corporation.

Nel continente americano, il futuro gestore svolge solitamente la propria attività presso un’istituzione finanziaria, spinto dai buoni risultati conseguiti in passato e da una clientela affezionata che lo sostiene, abbandonando in seguito l’organizzazione per la quale egli lavora per divenire autonomo. Il neo-imprenditore organizza quindi questa nuova attività nella forma di Limited Partnership, cioè una società di investimento privata limitata ad un numero massimo di cento investitori; tale forma giuridica consente di operare sul mercato gestendo patrimoni altrui, pur rimanendo in una condizione di soggetto privato. Il gestore diventa quindi il General Partner della società, mentre gli investitori sono definiti con il termine di Limited Partners. La configurazione legale di tali fondi prevede che questi non debbano essere iscritti come “investment company” presso la SEC (Securities and Exchange Commission)13. La mancata registrazione presuppone la presenza di due requisiti:

1. Affinchè il fondo sia registrato come investimento di carattere privato, il numero di partecipanti non deve superare le cento unità, incluso il General Partner;

2. Nel prospetto costitutivo è necessario dichiarare la volontà di non effettuare alcuna offerta pubblica di acquisto o di vendita delle proprie quote14.

Un’evoluzione di tale normativa è avvenuta in seguito con il “National Securities Market improvement Act of 1996”, il quale ha reso queste condizioni meno restrittive. Il General Partner, inoltre, non può costituire una nuova società da gestire insieme a quella già esistente, secondo la normativa americana che considera più fondi di investimento gestiti dal medesimo soggetto come un fondo unico e porterebbe al venire meno della condizione del numero massimo di investitori. Ancora, mentre la Limited Partnership è riservata solo ai cittadini residenti negli U.S.A., il fondo offshore è rivolto ai cittadini residenti in paesi stranieri, mentre per i cittadini americani l’ingresso è possibile ma non immediato. Le società di gestione hanno il compito di accertare che l’ingresso di americani con l’incarico di soci non pregiudichi lo status fiscale del fondo o ancor peggio l’esenzione dalla registrazione in nome dell’Investment Company Act del 1940. Affinché siano conservati tali privilegi, tali istituti devono rispettare le seguenti condizioni:  Divieto per il fondo di eseguire qualsiasi sollecitazione o offerta pubblica di proprie quote nel territorio statunitense;  Gli investitori americani devono essere tutti di tipo accredited15;  Il fondo off-shore deve sottoscrivere la cosiddetta “form D16” per la SEC non oltre 15 giorni dopo la vendita delle quote;  in casi estremamente rari, la SEC ammette la vendita privata di quote ai cosiddetti “qualified institutional buyers” (gli investitori istituzionali americani);  Il manager del fondo deve accertarsi che la maggioranza del capitale azionario sia di proprietà di soggetti non residenti negli Stati Uniti e che gli stessi investitori americani non siano più di 100.

Come si può notare i fondi off-shore godono di importanti privilegi, tra questi anche agevolazioni di natura fiscale. La forma societaria prevista per questa tipologia di fondi è la Corporation, che prevede la suddivisione del capitale finanziario in quote. Un’importante differenza tra gli Hedge Funds domiciliati in territori americani e quelli in piazze off-shore, riguarda le modalità di elusione della registrazione sotto l’Investment Company Act: i primi sono obbligati a rispettare i due requisiti visti in precedenza, mentre per i secondi tale diritto è già implicito nella scelta di domiciliazione in una piazza a regime fiscale privilegiato. Un aspetto giuridico comune è, invece, il privilegio consentito a molti money managers (gestori finanziari) di non essere registrati come investment adviser in base all’Adviser Act del 194017. Secondo tale normativa, è previsto che venga considerato adviser un gestore che opera con 15 o più clienti: poichè la Partnership o la Corporation sono trattate al pari di un soggetto singolo, i money managers si trovano a gestire patrimoni di pochissimi soggetti.


13 Secondo quanto disposto dall’Investment Company Act del 1940 14 Il Securities Act of 1933 stabilisce che tutte le offerte pubbliche di titoli debbano essere registrate, come specificato nello Statuto.

44 15 Il termine “accredited investor” viene utilizzato per indicare determinati investitori che hanno facoltà di operare investimenti finanziari in particolari investimenti ad alto rischio, limited partherships e Hedge Funds. Le tipologie di accredited investors sono state definite con la normativa “Rule 501 of Regulation D” ed entrate in vigore con il Securities Act of 1933. Secondo tali normative, rientrano nell’ordine degli accredited investors:  Le banche, compagnie assicurative o business development company;  Determinate organizzazioni, società o corporation benefiche, i cui asset superino i 5 milioni di dollari;  Le categorie di business in cui tutti i soggetti operanti in questo settore sono accredited investors;  I soggetti naturali il cui patrimonio singolo, oppure il patrimonio totale generato dal matrimonio, supera il milione di dollari al momento della richiesta dello status di acquired investor;  Gli utenti i cui ricavi nei due anni precedenti all’acquisizione del titolo sono stati superiori a 200000 dollari, 300000 dollari nel caso in cui il soggetto svolga l’attività con la consorte, e vi è ragionevole aspettativa che anche nell’anno corrente questi limiti saranno superati;  Determinati cartelli, i cui asset superano i 5 milioni di dollari, non costituiti allo scopo di ottenere particolari agevolazioni nell’acquisto di “securities”. (Fonte: Wikipedia) 16 La “form D” è un atto scritto che segnala la costituzione del fondo off-shore alla SEC (Fonte: Securities and Exchange Commission)

Sansoldo Fabrizio

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.