CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le frodi nell'ambito degli Edge Funds > 8.2.2 Le risposte delle autorità di vigilanza

Le frodi nell'ambito degli Edge Funds

1. Gli Edge Fund: Evoluzione Storica

2. Caratteristiche strutturali degli Hedge funds

3. Le frodi nel settore degli Hedge funds: aspetti introduttivi

4 le frodi più frequenti: copertura delle perdite di gestione

5. Gli altri tipi di illecito

6. Riflessioni quantitative sulle frodi

7. Le Frodi in Italia: il caso comune di Milano

8. I possibili interventi a riduzione degli illeciti

9. Conclusioni

Bibbliografia e Sitografia

Le frodi nell'ambito degli Edge Fund

8.2.2 Le risposte delle autorità di vigilanza

Gli eventi successivi al caso LTCM hanno attivato l’intervento di numerose istituzioni regolamentari, ciascuna delle quali ha analizzato ed approfondito il ruolo degli Hedge Funds nell’ambito del mercato finanziario, ponendo particolare attenzione alle procedure da adottare per garantire la stabilità finanziaria e l’integrità del mercato, senza distorcere o compromettere i meccanismi di mercato. Di seguito si illustrano alcuni punti chiave dell’argomento:

 Il Comitato di Basilea, consapevole che questi fondi non sono gli unici operatori in grado di perseguire strategie flessibili e dinamiche e che non tutti gli strumenti finanziari sono in grado di esercitare un’influenza destabilizzante, estende la propria analisi alle Highly Leveraged Institutions. “E’ difficile fornire una definizione puntuale di un highly leveraged institution. Piuttosto che tentare di definire le HLIs in maniera molto precisa, il Comitato è dell’opinione che sia preferibile adottare un’ampia definizione che possa essere applicata anche alle istituzioni di rilievo con simili caratteristiche”49

Per Highly Leveraged Institutions si intendono perciò grandi istituzioni finanziarie, che generalmente presentano le seguenti caratteristiche:

  • o Sono soggette ad una scarna o indiretta regolamentazione prudenziale;
  • o Sono sottoposte ad una limitata richiesta di informazioni, paragonata alle istituzioni finanziarie regolamentate, e non sono soggette a rating;
  • o Assumono significativi livelli di leverage.

Le HLIs, al pari di altre grandi istituzioni finanziarie, possono procurare benefici al mercato finanziario, incrementandone l’efficienza e la liquidità. Le medesime istituzioni facilitano l’innovazione finanziaria e l’allocazione del rischio fra controparti, attraverso la loro agilità ad assumere posizioni in mercati multipli.

Le HLIs che pongono particolari problemi agli organi di vigilanza sono quelle che per mole, grado di leverage o dimensione e concentrazione delle proprie posizioni in uno o più mercati, sono sufficientemente grandi da minacciare la solvibilità delle loro controparti regolamentate o esercitano effetti potenzialmente destabilizzanti in un particolare mercato o nel mercato finanziario globale durante un periodo di tensione. Nonostante tali problemi riguardino tutti i grandi operatori finanziari, inclusi quelli regolamentati, quelli posti dalle HLIs sono più spinosi a causa delle loro caratteristiche: scarsa trasparenza, assenza di supervisione diretta, minore diversificazione e mancanza di requisiti specifici di capitale che limitino il loro grado di levarage;

  •  La maggioranza delle proposte avanzate dai vari organismi si sono focalizzate sulla figura della controparte, vale a dire sul canale principale tramite il quale le difficoltà di un fondo possono essere trasmesse al mercato. L’enfasi è stata posta sulla necessità di adottare sani principi di gestione del rischio, quale migliore protezione nei confronti di eccessive accumulazioni di leverage da parte dei fondi;
  •  Grande importanza è stata attribuita anche al fatto che gli intermediari richiedano regolarmente alle controparti HLIs tutte le informazioni necessarie alla definizione del loro profilo di rischio. Lo sviluppo di tale standard richiede la ricerca di un sapiente equilibrio fra significato, tempestività e comparabilità delle informazioni divulgate e il legittimo desiderio degli operatori di proteggere il loro vantaggio competitivo. La richiesta di una maggiore apertura da parte degli Hedge Funds e il rafforzamento della vigilanza ad opera delle controparti sono interventi complementari. Gli organi di vigilanza non possono monitorare l’adeguatezza dei controlli esercitati dalle controparti in assenza di informazioni sulle strategie e sulle capacità di credito di questi strumenti finanziari;
  •  Per migliorare la trasparenza del mercato è stata avanzata anche la proposta di obbligare le HLIs a trasmettere agli organi di vigilanza le informazioni quantitative e qualitative relative alla loro esposizione. Tali informazioni dovrebbero riguardare soprattutto i contratti derivati over-the-counter e le negoziazioni sulle valute;
  •  Il percorso intrapreso dagli organi di vigilanza ha accantonato, per il momento, l’approccio diretto: quello della regolamentazione specifica. Oltre alle difficoltà ed alle controindicazioni menzionate precedentemente, l’approntamento di una appropriata legislazione implica un’attenta valutazione costi/benefici e uno sforzo non indifferente in termini politici.

[49] Basel Committee (1999), “Bank’s interaction with Highly Leveraged Institutions”

Sansoldo Fabrizio

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.