CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le frodi nell'ambito degli Edge Funds > 7.3.2 La decisione di ristrutturare una parte del debito

Le frodi nell'ambito degli Edge Funds

1. Gli Edge Fund: Evoluzione Storica

2. Caratteristiche strutturali degli Hedge funds

3. Le frodi nel settore degli Hedge funds: aspetti introduttivi

4 le frodi più frequenti: copertura delle perdite di gestione

5. Gli altri tipi di illecito

6. Riflessioni quantitative sulle frodi

7. Le Frodi in Italia: il caso comune di Milano

8. I possibili interventi a riduzione degli illeciti

9. Conclusioni

Bibbliografia e Sitografia

Le frodi nell'ambito degli Edge Fund

7.3.2 La decisione di ristrutturare una parte del debito

Il Bilancio di previsione del Comune di Milano riguardante l’esercizio 2005 prevedeva una limitata possibilità di ricorrere all’indebitamento, anche al fine di mantenere gli equilibri finanziari e il rating riconosciuto al debito dell’ente dalle principali agenzie internazionali. Nel corso dell’anno 2005, la Giunta ha preso in considerazione l’opportunità di procedere alla ristrutturazione di una parte consistente del debito in essere mediante l’emissione di un prestito obbligazionario che, secondo quanto prospettato dall’organo esecutivo del Comune, risultava conveniente per una situazione congiunturale dell’economia favorevole al rimborso dei prestiti a lungo termine e la possibilità di utilizzare il beneficio fiscale derivante dalla retrocessione al Comune da parte del Ministero dell’Interno del 50% della ritenuta fiscale applicabile agli interessi corrisposti sui titoli del debito, secondo quanto disposto con apposita Delibera nel 2005.

In questo modo l’ente avrebbe tratto un beneficio in termini di riduzione dei tassi da corrispondere in merito al debito esistente e avrebbe ottenuto delle risorse, quelle derivanti dalla retrocessione dell’imposta, da utilizzare nell’immediato.

La Giunta aveva valutato favorevolmente la possibilità di concludere l’operazione entro la fine del primo semestre dell’anno al fine di evitare di pagare la quota capitale e gli interessi in scadenza nell’anno 2005 sui mutui in essere.

La decisione di avviare la procedura è stata quindi assunta dall’organo comunale, mossa sia da un intento di lungo periodo, la riduzione del costo dell’indebitamento, che da ragioni contingenti, ovvero il reperimento di risorse nell’esercizio 2005.

Sansoldo Fabrizio

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.