CHANGE LANGUAGE | Home > Rubriche > EB Report "DURI E PURI" > 23-11-2005 Attenzione: dove andrà l'oro ?

Eugenio Benetazzo Report "DURI E PURI "

Duri e Puri: aprite gli occhi

10-11-2005 Attenzione: GM a rischio bancarotta

21-11-2005 Occhio al rialzo dei tassi ... come già da tempo sentenziato

23-11-2005 Attenzione: dove andrà l'oro ?

27-11-2005 Rialzo dei tassi: CHE LA MATTANZA ABBIA INIZIO ...

19-01-2006 Dovè la tua Ferrari ?

EB Report "DURI E PURI"

Attenzione: dove andrà l'oro ?

Se qualcuno se lo ricorda ad inizio d'anno vi avevo avvertito, attenzione all'oro (ieri ha toccato i 500 USD l'oncia): è un segnale illuminante, in molti si stanno rifugiando nel bene riserva di valore per eccellenza. L'unico in grado di mantenere e preservare la ricchezza accumulata: le banche centrali di tutto il mondo ne sanno qualcosa. In allegato il link ad un post icomparso su Finanza Online in cui vi è addirittura un utente che si chiede se la tesi di DURI e PURI è ormai alle porte. Meditate http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=629690 MILANO - Non è mai costato così tanto negli ultimi 18 anni . E tra tre mesi costerà ancora di più. Mentre il petrolio rallenta la sua marcia, il metallo giallo continua a salire fino a toccare il picco di 490,10 dollari per poi assestarsi attorno ai 488 dollari. La facilità con cui è stata finora assorbita l'offerta (comunque modesta) lascia pensare che il mercato ha chiaramente messo nel mirino l'importante soglia psicologica dei 500 dollari/oncia.
Un obiettivo, sostengono gli analisti di Barclays Capital, che il mercato potrebbe centrare quanto prima per poi andare a testare i 510 dollari verso fine anno. Un movimento che, secondo gli esperti dei grafici, anticipa per il 2006 il proseguimento del trend rialzista per l'oro. Di fronte a questa impennata, anche gli esperti di Ubs hanno alzato le stime sul metallo giallo: quella a tre mesi è stata rivista da 455 a 500 dollari.

A spingere l'oro è la crescita della domanda di investimenti alternativi alle valute Usa ed europea, titoli e obbligazioni.

Solo nel terzo trimestre, secondo i dati comunicati dal World Gold Council, gli investimenti nell'oro sono saliti del 56% a 118 tonnellate su base annuale di cui ben 38 tonnellate legate a prodotti finanziari come gli exchange-traded funds (Etf). E' diventato sempre più palese che molti investitori si rivolgono all'oro per difendersi dalla debolezza del dollaro (implicitamente accettata da Washington), dalle crescenti pressioni inflattive (l'effetto caro-petrolio non si è ancora scaricato a valle sui prezzi al consumo) e dalle incertezze sulla dinamica della congiuntura mondiale .

Al rialzo dall'oro, spiegano gli analisti, contribuiscono però anche fattori tecnici. Il metallo giallo è riuscito nel corso del 2005 a consolidarsi sopra la media delle ultime 70 settimane e questo gli ha fornito, secondo le prospettive degli analisti di Barclays Capital, una solida base per puntare ancora più in alto . Bisognerà tuttavia vedere, sostengono alcuni, in che modo l'oro vincerà la soglia dei 500 dollari. 

Eugenio Benetazzo

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.