CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le onde di Elliott > Struttura delle onde di Elliott

Le onde di Elliott

Introduzione al principio delle onde

Struttura delle onde

Applicazione

Esempi Pratici

Aspetti psicologici delle onde

Attinenze con l'analisi grafica

Legami con Fibonacci

Conclusioni

Le onde di Elliott

Struttura delle onde di Elliott

Con il termine "onda" viene indicata una struttura non lineare ma che presenta una progressione, di alti e bassi. Elliott scrisse nel suo libro The Wave Principle, e ribadì in una serie di articoli pubblicati nel 1939 dal Financial World Magazine, sul fatto che il mercato azionario seguisse un suo ciclo di figure di cinque onde al rialzo e tre onde al ribasso per comporre un intero ciclo di otto onde.

Figura 1: Il complesso di elementi descritto da Elliott è composto da onde impulsive individuate da numeri e onde correttive individuate da lettere. Un'onda impulsiva è composta da cinque onde minori e si muovono nella stessa senso del trend individuato dall'onda di grado superiore. Un'onda correttiva è composta da tre onde minori e si muove in opposizione al trend individuato dall'onda di grado superiore.questa successione di movimenti forma delle strutture a 5 e 3 onde che aumentano sempre di grandezza o di "grado" come vengono chiamate nella giusta terminologia

E importante sottolineare che la figura 2 non e' soltanto una esposizione allargata della figura 1 dove vi sono cinque onde di cui tre onde impulso e due correttive , osservando piu' in particolare la figura 2 vedremmo che ogni onda e' composta da cinque sotto onde e cosi via. Il principio delle onde manifesta il fatto che le onde di ogni ciclo possono essere suddivise e risuddivise in onde di cicli minori e nello stesso tempo sono onde di cicli maggiori es la figura 2 mostra due onde, otto onde, o trentaquattro onde dipende dal ciclo di tempo che si sta considerando.

Si nota infatti come la precedente sequenza sia un'onda impulsiva che finisce con un picco chiamato 1. Ciò segnala che, anche il movimento di grado superiore ha un trend rialzista. A seguito di queste iniziali 5 onde impulsive, abbiamo una sequenza correttiva a tre onde, denominata onda 2.Con lo sviluppo delle onde 3, 4 e 5 andiamo a completare la sequenza impulsiva di grado maggiore identificata come onda (1).

I numeri e le lettere inseriti in un cerchio rosso indicano il grado specifico di un onda. La struttura impulsiva dell'onda (1) indica che siamo all'interno di un trend rialzista e che dovremo attenderci un nuovo movimento impulsivo al rialzo, che sarà, però, anticipato da un movimento correttivo a tre onde al ribasso dello stesso grado dell'onda (1).

Questa correzione, definita onda (2), sarà seguito dalle onde (3), (4) e (5), le quali andranno a concludere una sequenza impulsiva di un nuovo grado maggiore definita onda [1] contrassegnata in verde. A questo punto , ci aspetteremo ancora una correzione, a tre onde, dello stesso grado, definita onda [2].

Grado delle onde Le 5 onde in trend Le 3 contro il trend
Grand Supercycle [I] [II] [III] [IV] [V] [a] [b] [c]
Supercycle (I) (II) (III) (IV) (V) (A) (B) (C)
Cycle 1 2 3 4 5 A B C
Primario [1] [2] [3] [4] [5] [A] [B] [C]
Intermedio (1) (2) (3) (4) (5) (a) (b) (c)
Minore I II III IV V A B C
Minuto 1 2 3 4 5 a b c
Minuette i ii iii iv v a b c


Numero di onde
Onda larga: 1+1=2
Grande suddivisione:5+3=8
Successiva suddivisione:21+13=34
Successiva suddivisione:89+55=144

Laura Mattiazzo

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.