CHANGE LANGUAGE | Home > Doc > Le onde di Elliott > Aspetti psicologici delle onde

Le onde di Elliott

Introduzione al principio delle onde

Struttura delle onde

Applicazione

Esempi Pratici

Aspetti psicologici delle onde

Attinenze con l'analisi grafica

Legami con Fibonacci

Conclusioni

Le onde di Elliott

Aspetti psicologici delle onde

L'aspetto psicologico delle onde e' dato dal il riflesso della personalità ed emotività della massa delle persone , quello che generalmente possiamo chiamare psicologia dell'investitore. Nella struttura delle onde possiamo riscontrare la rapidità con cui la massa degli inventori passa da uno stato di euforia alla frustrazione, termini questi già utilizzati da Dow per descrivere le varie fasi del mercato.

PRIMA ONDA
La massa ha ancora paura di entrare ancora colpiti dalle precedenti perdite, altri spinti dai prezzi "scontati" alcuni aprono le posizioni. E' convinzione generale che il trend negativo non sia ancora finito ma i volumi iniziamo a crescere.

SECONDA ONDA
Chi è entrato corto alla prima onda esce intascando un piccolo ma sicuro guadagno.Altri già in perdita da molto tempo aspettavano solo un piccolo rimbalzo per alleggerire le perdite, contribuendo a far credere che il mercato orso non era ancora finito. Nella seconda onda il rintracciamento della prima può essere molto alto ma i volumi non sono eccessivi. Chi voleva uscire ne ha avuto l'occasione mentre molti altri sono solo in attesa di un segnale di conferma dell' inversione di trend per entrare decisi.

TERZA ONDA
La terza onda e' la piu' potente, I volumi aumentano di molto e spesso si formano dei gap nella curvatura dei prezzi. Questa e normalmente l'onda i cui si realizzano i guadagni maggiori.

QUARTA ONDA
La quarta onda interrompe i guadagni con la delusione dei ritardatari che credevano che i prezzi non finissero mai di salire.Questa è la fase in cui i primi ad entrare , di solito le mani forti, escono dal mercato.

QUINTA ONDA
La massa entra in gioco e spinge il mercato in ipercomprato, i titoli vengono sopravvalutati, targhet price assurdi stilati da analisti indegni vengono rifilati agli investitori presi da un' euforia collettiva.Purtroppo come i molte cose è la gente comune a farne le spese attirata dalle promesse di "facili" guadagni. Si parla solo di borsa, dal salumiere in taxi ai TG si sente la gente che si scambia consigli senza la minima cognizione ne tecnica ne di origine fondamentale. L'euforia sta per finire mentre una nuova onda arriva

ONDA A
Il sentimento è ancora di tranquillità malgrado i prezzi iniziano a calare, Molti pensano che sia normale che dopo una forte crescita ci sia un leggero storno. Quindi si riempiono la testa di mille scuse e restano su posizioni lunghe. I più scaltri si insospettiscono e presi dalla paura che la manna si a finita escono.

ONDA B
Una nuovo incremento. la voce dei guadagni senza difficoltà è arrivata a tutti, anche chi non era propenso al rischi compra qualsiasi cosa. Un vero paradiso degli speculatori.

ONDA C
Un ondata di vendite arrivano sui mercati, i prezzi crollano rapidamente e inizia il panico tra i piccoli risparmiatori. I targhet price assurdi di qualche tempo prima sembrano delle barzellette, I fondamentali delle aziende assurdi. Nella più totale frustrazione la massa liquida il portafoglio, nel senso letterale del termine, portandosi a casa fortissime perdite. Il ciclo si è concluso e una nuova onda 1 può arrivare ...

Laura Mattiazzo

Performance Trading

Home | Mappa | Staff | Disclaimer | Privacy | Supportaci | Contact

Copyright © PerformanceTrading.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet� di DHDwise. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer. Per informazioni consultare la sezione info.